SICILIA

Catania, “casa lager” per tre bimbi: botte e insulti, arrestati i genitori


Ai due coniugi, di 39 e 33 anni, sospesa inoltre la patria podestà: picchiavano per futili motivi i propri tre figli, di 9, 8 e 3 anni, disprezzandoli e creando un clima di terrore e assoggettamento

CATANIA – Picchiavano per futili motivi i propri tre figli, di 9, 8 e 3 anni, disprezzandoli e creando in casa un clima di terrore e assoggettamento. E’ l’accusa contestata dalla Procura di Catania ai loro genitori, 39 anni lui e 33 lei, che sono stati arrestati e posti ai domiciliari dai carabinieri per maltrattamenti in famiglia nei confronti dei figli minorenni.

Le indagini dei militari dell’Arma, avviate dopo una visita medica al più grande dei tre fratelli che aveva un ematoma all’occhio destro e lividi su guance, braccia e addome, si sono avvalse anche di intercettazioni audio-video che, scrive la Procura di Catania, hanno «confermato che la casa era per i ragazzini una sorta di “lager domestico” dove gli insulti, le botte e le violenze psicofisiche erano all’ordine del giorno». Ai genitori è stata sospesa la patria potestà, i tre fratellini sono stati affidati ad una casa famiglia. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA





Source link

Post Comment