GOSSIP

Domenica In, Giorgio Panariello: "La mia infanzia? Devo tutti ai miei nonni"


Una lunga intervista o, anzi, una chiacchierata di cuore, quella tra Mara Venier e Giorgio Panariello, primo ospite di questa decima puntata di Domenica In. Una chiacchierata, per l’appunto, che ha ripercorso alcuni tra i momenti più salienti di Panariello e della sua lunga, difficile, carriera. Una carriera che gli è costata tanto, soprattutto agli inizi quando per mantenersi Giorgio ha lavorato anche come cameriere.

La carriera di Giorgio Panariello, ossia il suo primissimo debutto in tv, arriva grazie a Stasera mi butto, una vera e proprio gara tra comici che lui vinse e che così gli permise di approdare su Rai 2 l’anno successivo, dando a tutti gli effetti inizio ad un percorso artistico in crescita ancora oggi.

E a proposito della sua infanzia, Giorgio ha voluto sottolineare come quelli siano stati anni per lui felicissimi, nonostante sia stato allevato dai nonni, non conoscendo il papà e vedendo mamma soltanto una, due volte all’anno:

“Ai miei nonni devo tutto. Pensa che quando ho detto a mia nonna che mi avevano preso in Rai mi ha detto: ‘Ho fatto un sughetto tanto buono, portane un po’ a Pippo Baudo’. Scherzi a parte, mia nonna mi ha sempre spronato a seguire i miei sogni. Quando ho raccontato a mio nonno che avevo lasciato il lavoro in cantiere navale, dove venivo pagato anche molto bene, per lavorare in una radio che mi avrebbe pagato ogni tre anni, beh c’è rimasto un po’ male”.

Giorgio Panariello spiega anche di non provare alcun rancore per suo padre, che ancora oggi non sa chi sia, e per sua madre, che ha visto da bambino soltanto un paio di volte all’anno:

“Non ho mai conservato alcun rancore nei confronti dei miei genitori, perché i miei nonni sono stati talmente tanto buoni con me da non avermi mai fatto mancare l’affetto famigliare. Per me, è come se una mamma e un papà coi miei nonni li avessi sempre avuti. […] Da bambino però l’ho sofferta molto, perché i bambini son crudeli, ti fanno pesare ogni cosa. Mi dicevano: “Ma perché la tua mamma e il tuo papà non vengono mai? Perché a scuola ti vengono a prendere sempre soltanto i tuoi nonni?”, ma io gli rispondevo, gli dicevo: “Ah ma adesso il mio babbo viene, e allora ce ne sarà per tutti. Anzi, come ti chiami tu? Così glielo dico e poi vedi te”. Comunque ai miei nonni devo davvero tutto, e tutto devo anche a mia nonna che è sempre stata la mia fan numero uno quando ancora in me non ci credeva nessuno”.

Domenica In, Giorgio Panariello: “La mia infanzia? Devo tutti ai miei nonni” pubblicato su Gossipblog.it 17 novembre 2019 14:55.



Source link

Post Comment