ULTIM'ORA

due morti, ferito un atleta italiano


Gwangju, la sesta città più grande della Corea del Sud e sede dei Campionati mondiali di nuoto, è stata il teatro di un grave incidente accaduto nelle scorse ore al ‘Coyote Ugly’: un noto night club della città, situato vicino alla zona dove risiedono gli atleti. Come annunciato dalla polizia locale, intorno alle 2,30 del mattino, due uomini sudcoreani di 27 e 38 anni sono morti dopo il crollo di un mezzanino che ha ceduto per il troppo peso. Al momento del crollo, pare ci fossero almeno 100 persone sulla balconata. “Un balcone interno è crollato in una discoteca a Gwangju, uccidendo due persone, i due morti non hanno alcun legame con i campionati di nuoto“, ha successivamente spiegato un funzionario della polizia locale.

Il racconto di un testimone

Tra le persone ferite, sedici in tutto, ci sarebbero dieci stranieri di cui otto atleti impegnati nella competizione iridata. Secondo le ultime informazioni arrivate da Gwangju, tra di loro ci sarebbe anche un atleta italiano di cui non si conoscono ancora le generalità. Al momento dell’incidente, nel locale sarebbero state presenti più di 400 persone. Molti gli atleti che avevano deciso di passare al ‘Coyoye Ugly’ una serata di divertimento. Tra i feriti anche un giocatore di pallanuoto statunitense, già dimesso dall’ospedale dopo le cure, e una tuffatrice americana che avrebbe invece riportato ferite tali da rimanere ricoverata in attesa di intervento chirurgico. “I nostri atleti stavano festeggiando il titolo mondiale delle ragazze della pallanuoto quando il pavimento ha ceduto – ha spiegato ai media locali, l’allenatore americano Christopher Ramsey – E’ stata una tragedia terribile. I nostri pensieri vanno alle vittime e alle loro famiglie“.





Source link

Post Comment