SICILIA

La Sicula Leonzio perde la partita col Teramo e anche la parola


La squadra di Grieco battuta 2 a 0 nel recupero. La società impone il silenzio stampa

TERAMO SICULA LEONZIO 2 -0 

TERAMO (4-3-1-2): Tomei 6; Cancellotti 6, Cristini 6 (2’st Iotti 6), Piacentini 6, Di Matteo 6; Santoro 6, Viero 6 (8’st Arrigoni 6), Mungo 6 (26’st Cappa 5.5); Bombagi 6.6; Magnaghi 6.5 (27’st Cianci 5.5), Martignago 5.5 (8’st Florio 5.5). In panchina: Valentini, Lewandowski, Tentardini, Costa Ferreira, Lasik, Ilari, Birligea. Allenatore: Tedino 6.

SICULA LEONZIO (3-5-1-1): Nordi 5.5; Sosa 5.5, Petta 5.5, Ferrini 5.5 (40’st Vitale 5); Parisi 5.5 (30’st Sabatino 5.5), Palermo 5.5, Cozza 5.5 (1’st Grillo 5.5), Maimone 5.5 (17’st Esposito 5.5), Bariti 5.5; Sicurella 5.5 (25’st Bollino 5.5); Lescano 5.5. In panchina: Polverino, Sinani, De Rossi, Manfrè, Tafa. Allenatore: Grieco 5.5

ARBITRO: Fontani di Siena 6.5.

RETI: 44’pt Bombagi, 27’st Magnaghi.

NOTE: pomeriggio caldo, spettatori 1844 (1064 abbonati). Ammoniti Viero, Martignago. Angoli 3-3. Recupero: 3′; 4′. 

Teramo. Amara sconfitta in casa Sicula Leonzio dopo il recupero di Teramo. Un 2-0 per la squadra di Tedino che lascia la compagine bianconera a bocca asciutta. Dopo una prima parte di gara giocata a viso aperto, gli abruzzesi hanno trovato il vantaggio con un colpo di testa di Bombagi. Nel secondo tempo la squadra di Grieco cerca di rientrare in partita ma ancora una volta è il Teramo a trovare il raddoppio con Martignano che batte Nordi. Sicula Leonzio che rimane a cinque punti in classifica. A fine gara indetto il silenzio stampa dal club bianconero

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA





Source link

Post Comment