SICILIA

Metro, dentro la galleria “Palestro-Stesicoro”: già scavati 700 metri di tunnel


Catania – Ogni metro in più di galleria richiede impegno e sacrificio, esperienza e passione, quelli che operai e tecnici mettono giorno dopo giorno a dodici metri di profondità nel tunnel della “Palestro-Stesicoro”, tratta compresa nella più estesa “Stesicoro-Aeroporto” che andrà in gara in autunno. La galleria avanza sotto i colpi della fresa meccanica della Tbm (“tunnel boring machine”), che sta facendo anch’essa in pieno il proprio dovere.

Si procede, sottraendo al fronte di roccia lavica un metro e mezzo all’ora e poco più di una decina di metri al giorno – nonostante le difficoltà e le incognite legate al concordato preventivo e al piano industriale della Cmc – tanto che il tracciato della galleria nel sottosuolo del popolare quartiere del “Fortino” ha superato i 700 metri sui 2.200 complessivi in direzione centro storico, verso la destinazione della stazione “Stesicoro”, e si trova oggi all’altezza di via Aurora, zona via Vittorio Emanuele alta. Siamo in uno dei cantieri più strategici della Fce – nel sottosuolo del cento storico – laddove entro il 2025 si conta di ultimare l’opera più attesa, il collegamento della metro con l’aeroporto che vola ormai ben al di sopra dei dieci milioni di passeggeri all’anno, un doppio moltiplicatore per un territorio che attende da infrastrutture e mobilità due delle condizioni essenziali per il rilancio.

Video da Youtube Mobilita.org

Ogni metro in più di galleria richiede impegno e sacrificio, esperienza e passione, quelli che operai e tecnici mettono giorno dopo giorno a dodici metri di profondità nel tunnel della “Palestro-Stesicoro”, tratta compresa nella più estesa “Stesicoro-Aeroporto” che andrà in gara in autunno. La galleria avanza sotto i colpi della fresa meccanica della Tbm (“tunnel boring machine”), che sta facendo anch’essa in pieno il proprio dovere. Si procede, sottraendo al fronte di roccia lavica un metro e mezzo all’ora e poco più di una decina di metri al giorno – nonostante le difficoltà e le incognite legate al concordato preventivo e al piano industriale della Cmc – tanto che il tracciato della galleria nel sottosuolo del popolare quartiere del “Fortino” ha superato i 700 metri sui 2.200 complessivi in direzione centro storico, verso la destinazione della stazione “Stesicoro”, e si trova oggi all’altezza di via Aurora, zona via Vittorio Emanuele alta. Siamo in uno dei cantieri più strategici della Fce – nel sottosuolo del cento storico – laddove entro il 2025 si conta di ultimare l’opera più attesa, il collegamento della metro con l’aeroporto che vola ormai ben al di sopra dei dieci milioni di passeggeri all’anno, un doppio moltiplicatore per un territorio che attende da infrastrutture e mobilità due delle condizioni essenziali per il rilancio. Ieri l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, ha voluto effettuare sul posto una verifica dello stato dei lavori della “Palestro-Stesicoro” come pure degli altri due cantieri aperti in piena città, la stazione di Cibali ritardata da problemi di infiltrazioni, e quella di Monte Po, che con la vicina fermata “Fontana” garantirà con un tunnel l’accesso diretto al nuovo Garibaldi di Nesima. L’assessore regionale Falcone è stato accompagnato durante il sopralluogo nei cantieri della metro dal direttore generale della Ferrovia Circumetnea Salvatore Fiore, dal sindaco Salvo Pogliese e dall’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Arcidiacono. «Una verifica che ci conferma il progresso dei lavori – ha spiegato Falcone – alla luce del fatto che nei prossimi mesi firmeremo il decreto di finanziamento per la “Stesicoro-Aeroporto”». Questo è infatti il passaggio più atteso sul fronte del piano di sviluppo, ma non meno importante è l’evolversi della questione legata al concordato preventivo della Cmc, impegnata anche sulla Monte Po-Nesima. «Abbiamo ricevuto rassicurazioni dai commissari ma aspettiamo garanzie e il piano industriale dell’impresa – ha dichiarato l’assessore Falcone – entro novembre si dovrebbe risolvere tutto. Siamo fiduciosi su una soluzione positiva dell’avanzamento lavori. E a giugno del 2020 è prevista inoltre l’apertura della fermata di Fontanarossa delle Ferrovie, qualunque utente potrà facilmente arrivare in aeroporto». «Siamo molto soddisfatti che il collegamento con Fontanarossa prenda forma con i 700 metri di tunnel già realizzati della “Palestro-Stesicoro” – ha dichiarato il dg della Circum Salvo Fiore – e a questo si aggiunge che l’iter dell’appalto integrato di “Stesicoro-Aeroporto” è stato ultimato con il protocollo con l’Anac, siamo pronti alla pubblicazione del bando di gara, dopo la firma del decreto di finanziamento. Per quanto riguarda la Stazione di Cibali – ha aggiunto l’ingegnere Fiore – sono stati risolti i problemi con la ditta appaltatrice e nei primi mesi del 2020 consegneremo anche questo tratto di metropolitana». «Domenica prossima sarà una data storica – ha dichiarato il sindaco Salvo Pogliese – perché la metropolitana sarà in funzione per tutti i cittadini che vorranno evitare l’uso dell’auto in centro. Un messaggio importante verso una mobilità sostenibile e nella direzione di una città meno congestionata dal traffico».

Ieri l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, ha voluto effettuare sul posto una verifica dello stato dei lavori della “Palestro-Stesicoro” come pure degli altri due cantieri aperti in piena città, la stazione di Cibali ritardata da problemi di infiltrazioni, e quella di Monte Po, che con la vicina fermata “Fontana” garantirà con un tunnel l’accesso diretto al nuovo Garibaldi di Nesima. L’assessore regionale Falcone è stato accompagnato durante il sopralluogo nei cantieri della metro dal direttore generale della Ferrovia Circumetnea Salvatore Fiore, dal sindaco Salvo Pogliese e dall’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Arcidiacono. «Una verifica che ci conferma il progresso dei lavori – ha spiegato Falcone – alla luce del fatto che nei prossimi mesi firmeremo il decreto di finanziamento per la “Stesicoro-Aeroporto”».

Questo è infatti il passaggio più atteso sul fronte del piano di sviluppo, ma non meno importante è l’evolversi della questione legata al concordato preventivo della Cmc, impegnata anche sulla Monte Po-Nesima. «Abbiamo ricevuto rassicurazioni dai commissari ma aspettiamo garanzie e il piano industriale dell’impresa – ha dichiarato l’assessore Falcone – entro novembre si dovrebbe risolvere tutto. Siamo fiduciosi su una soluzione positiva dell’avanzamento lavori. E a giugno del 2020 è prevista inoltre l’apertura della fermata di Fontanarossa delle Ferrovie, qualunque utente potrà facilmente arrivare in aeroporto».

«Siamo molto soddisfatti che il collegamento con Fontanarossa prenda forma con i 700 metri di tunnel già realizzati della “Palestro-Stesicoro” – ha dichiarato il dg della Circum Salvo Fiore – e a questo si aggiunge che l’iter dell’appalto integrato di “Stesicoro-Aeroporto” è stato ultimato con il protocollo con l’Anac, siamo pronti alla pubblicazione del bando di gara, dopo la firma del decreto di finanziamento. Per quanto riguarda la Stazione di Cibali – ha aggiunto l’ingegnere Fiore – sono stati risolti i problemi con la ditta appaltatrice e nei primi mesi del 2020 consegneremo anche questo tratto di metropolitana».
«Domenica prossima sarà una data storica – ha dichiarato il sindaco Salvo Pogliese – perché la metropolitana sarà in funzione per tutti i cittadini che vorranno evitare l’uso dell’auto in centro. Un messaggio importante verso una mobilità sostenibile e nella direzione di una città meno congestionata dal traffico».





Source link

Post Comment