SICILIA

Viviana e Gioele, la famiglia ha chiesto ai pm le carte dell’incidente


Nei giorni scorsi una perizia ha stabilito che il piccolo non era legato al seggiolino quando l’auto della madre ha urtato il furgone in galleria lungo la A20

«Vogliamo vederci chiaro sull’incidente avvenuto a Viviana, ci sono troppi elementi che ancora sono oscuri». I legali della famiglia Mondello hanno inviato alla Procura di Patti un’istanza affinché sia permesso al consulente di parte di analizzare la dinamica dell’incidente, avvenuto nella galleria Pizzo Turda sulla A20 Messina-Palermo, tra la Opel di Viviana Parisi e un furgone condotto da operai della manutenzione dell’autostrada.

«Chiediamo di avere copia integrale del fascicolo sugli atti relativi al sinistro attualmente in esclusivo possesso dei periti della Procura», dicono Claudio Mondello e Pietro Venuti, difensori di Daniele Mondello, marito di Viviana Parisi e padre di Gioele, entrambi trovati morti nelle campagne di Caronia.

«La richiesta è stata fatta – proseguono i legali – affinché il consulente di parte possa avere una visione completa ed egualitaria di tutti gli elementi probatori. La nostra istanza è stata accolta e ora speriamo si possa fare chiarezza».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA





Source link

Post Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: